Tre di notte – i miei pensieri

Questo testo non parlerà di solitudine, né di noia, poiché non ho bisogno di un virus o di una quarantena per riflettere su di me o sul mondo circostante. Infatti non mi sento solo, neppure annoiato, siccome studio, mi guardo film, dormo, penso, cazzeggio, faccio progetti con i miei gruppi extrascolastici, direi che potrebbe decisamente andare peggio. Una cosa però mi da’ fastidio: il non poter uscire di casa, sta diventando una frustrazione… Non poter abbandonare il proprio corpo e spirito alle ali della propria amata, il non poter bersi una birra con i propri amici mentre si guarda un film, spalmati sul divano come burro su pane caldo. Vorrei fare tante cose che non posso, per questo mi sento oppresso; da cosa chiederete, ebbene non lo so… dalla vita, dalla situazione, boh. Non son depresso per questo, voglio metterlo in chiaro, sto solamente analizzando ciò che sento: una bestia che vuole uscire dalla gabbia, un prigioniero che vuole uscire dalla caverna e vedere il sole, ma sa che se uscirà si scotterà perchè non ha la crema protettiva. Ebbene sì, vorrei uscire e fondermi con gli alberi, con i fiori, con la voce della gente, con i suoi occhi azzurri, che ora riesco a trovare solo nei sogni, nei quali mi rifugio… nei quali ogni notte prima di dormire prego di incontrarla e stringerla fino a stritolarla.Il vecchio chitarrista cieco - Pablo Picasso 1903

Non mi sento solo perchè so di non esserlo, in questo momento magari lo sono, ma non lo sento, ed è ben diverso essere soli da sentirsi soli. Sono le 3:40 del mattino, vi domanderete perchè diamine sia sveglio a scrivere ‘sto flusso di coscienza, la risposta è più semplice del previsto: non avevo sonno ed ebbi l’ispirazione ora, e come dico sempre: carpe diem, se non l’avessi avuta non avrei scritto un bel niente.

Ora sono le 3:42, spero di poter assaporare le tue labbra in sogno, mi auguro sogni d’oro da solo, a domani.

Riccardo Guareschi 4E

in copertina, Murnau Burggrabenstrasse – Wassily Kandinsky 1908

  • tags

Può interessarti...